Partendo da Comacchio, in direzione Ostellato, si percorre un tratto della provinciale per svoltare, a destra, sul ponte che conduce verso verso le aree bonificate; seguendo le indicazioni per Anita (merita un sosta Valle Zavelea) si raggiunge il fascinoso Argine Agosta che costeggia le Valli di Comacchio. Poco prima di arrivare ad Anita si piega a sinistra verso l'area meridionale delle Valli. 
Occupa un'importantissima porzione del territorio della Regione Emilia-Romagna. A partire a nord dal corso del Po di Goro, si sviluppa sino a ricomprendere tutto il delta storico del fiume Po e le foci di alcuni fiumi appenninici quali il Reno,
L'organizzazione della pesca nelle Valli di Comacchio si fonda  , da sempre , sui casoni : siti di attività lavorative e fino a pochi anni orsono  alloggi dei vallanti nelle permanenze in valle.Capanne erette con pali e rivestite di materiale vegetale, chiamato grisola, un insieme di fasci di canna palustre, legati tra loro con la paviera (fibra di giunco o carice). Solo a partire dal 1600 si iniziò a costruirli in muratura e con più vani. Sono caratterizzati da un'altezza modesta e da porte e finestre ridotte.
La sua origine risale al VII secolo. Dalla metà del XVII sec. fu prima Monastero dei Padri Agostiniani Scalzi, poi Fortezza Austriaca. Attualmente in attesa di restauro.Nel XIX secolo gli interventi edilizi – senza dimenticare la continua manutenzione di ponti e canali – interessarono in particolare l’area della Cattedrale e la via delle Stimmate con il compimento della strada sul retro della chiesa del Rosario, il restauro di qualche palazzo privato,
Caratteristico edificio costruito nel XVII secolo e restaurato nel 1887 per adattarlo alle nuove esigenze di un mercato del pesce attivo e moderno. Al suo interno, ancor oggi, tutte le mattine prende vita puntualmente il tradizionale mercato del pesce. Di fronte all'ingresso principale della Pescheria
Questo monumento ideato dal prof. Galliano Rosset e realizzato per la parte artistica in ferro battuto dallo scultore GianCarlo Decembrini, entrambi di Vicenza , si compone di tre parti.
Eretto nel 1631 - 1635, fu voluto, come il Trepponti dal Cardinale Pallotta. Ideato e progettato dall'architetto Luca Danese. Quasi interamente in cotto e
Costruito nel XVII secolo, collega Via Agatopisto con Via Buonafede.
Eretto nel XVII secolo, unisce Via Cavour e Via Carducci Il Trepponti, forse il monumento civico più conosciuto, o Ponte Pallotta, dal nome del cardinale legato Giovan Battista Pallotta (1631-1634) che nei primi decenni del Seicento ne ordinò la costruzione, era all’epoca la porta fortificata della città per chi proveniva dal mare lungo il canale navigabile,
L'antica Manifattura dei Marinati rappresenta un pezzo importante della storia di Comacchio, perché ha rimesso in moto l'intero ciclo di lavorazione delle anguille e delle acquadelle. E' una fabbrica attiva per alcuni mesi l'anno. È un museo perché propone un percorso storico testimoniale.
L’apertura del museo risale al 1973 su iniziativa di Remo Brindisi (1918 – 1996), all’interno della propria abitazione estiva. Progettata dall’architetto- designer milanese Nanda Vigo, che si ispirò al movimento della Bauhaus, la casa è stata disegnata in funzione di unità abitativa e del lavoro artistico, ma anche di museo aperto al pubblico, immaginata e di fatto realizzata da Brindisi.
In un edificio del complesso di Palazzo Bellini ha sede il museo dedicato alla nave romana rinvenuta nel 1981 in località Valle Ponti a pochi chilometri da Comacchio.
La Cattedrale di San Cassiano si erge maestosa in piazza XX Settembre. Le antiche origini della diocesi sono incerte, una lapide conservata in sacrestia attribuisce al vescovo Vincenzo nel 708 la fondazione della prima cattedrale romanica dedicata al santo.
La chiesa dedicata a Santa Maria delle anime purganti è meglio conosciuta come chiesa del suffragio o di Sant’Antonio e, recentemente come Sacrario dei caduti. La sua costruzione risale al 1644, è pertanto la più recente delle chiese di Comacchio.
La chiesa, cuore dell’omonimo quartiere, venne innalzata nei primi anni del 1600 per iniziativa della Confraternita del Carmine. La facciata molto semplice è animata dal bel campanile che si innalza sulla sinistra, edificato nel 1756. L'interno, oggetto di un opinabile restauro degli
Vicino al Ponte degli Sbirri, che prende il nome dalle antiche carceri al suo fianco, nel luogo in cui sorgeva un tempo il Bargello, si trova ora Palazzo Bellini, dal nome dell’originario proprietario, l’imprenditore locale Luigi Bellini senior (1831-1908). Sontuoso, per il contesto edilizio in cui si colloca,
Sede degli ex Uffici del Monopolio di Stato per le saline di Comacchio
Palazzo Patrignani come lo possiamo vedere risale probabilmente all’Ottocento. La costruzione bassa a due piani, rivestita in mattoni e con ampio portone d’ingresso, deve il proprio nome alla famiglia Patrignani, ricchi possidenti terrieri che qui si stabilirono verso la fine del XIX secolo. Al loro intervento si deve in particolare l’abbellimento degli interni, con gli affreschi liberty che ornano i soffitti del piano nobile.

Eventi

Non ci sono eventi per i prossimi giorni
Aziende in Costaemiliana
cache/resized/07d5d9ed28904c6f8e4cba224cc76bed.jpg
, Mercoledì, 20 Novembre 2013
Vendita diretta ...
cache/resized/6deed4da1fde6cbe3a8b724656c5a0e3.jpg
, Mercoledì, 20 Novembre 2013
Il Camping Village ...
cache/resized/973072bcbdc159c0531e94f3ee788a3b.jpg
, Venerdì, 31 Gennaio 2014
Il Camping Ancora ...
cache/resized/f9f8522c3f3f35639a26c9c50a566770.jpg
, Mercoledì, 01 Aprile 2015
Bagno Onda Blu è ...
cache/resized/ad8a7aabcd3d36bb96c8c35337b8d927.jpg
, Mercoledì, 20 Novembre 2013
Lo Studio Arveda si ...
cache/resized/8ffc1c64402aed3679199a4919d2a6b6.jpg
, Sabato, 01 Febbraio 2014
Il Bagno Virna del ...
cache/resized/e69b5233cdf544efce1bf90ebb2000e6.jpg
, Mercoledì, 20 Novembre 2013
"La Pescheria" ...
cache/resized/ab17ba3e8cae95c39e0ed99a891fb744.jpg
, Giovedì, 26 Maggio 2016
Una carta con ...